Come liberarsi delle credenze limitanti una volta per tutte

|

Vuoi Capire Come Eliminare Le Tua Credenze Limitanti? Io ci sto studiando da anni, intanto ecco alcune cose che “sento” vere. Non ho la pretesa di cambiarti la vita, solo tu lo puoi fare, spero comunque che qualcosa di quello che ho scritto: anche una virgola, sicuramente posta grammaticalmente male 🙂 possa aiutarti!

credenze limitanti il centro del problema

Oramai è un argomento conosciuto, dopo anni di P.N.L (Programmazione Neuro Linguistica) e di articoli che parlano di credenze limitanti si ha l’impressione di essere veramente banali e scontati parlandone. Ma anche se può accadere, decido di correre il rischio, per chi sull’argomento sa poco o forse, è la prima volta che ne legge qualcosa.

Oppure anche per i “sapientoni” del miglioramento personale che anche dopo decine di libri letti, non sono riusciti a cambiare le proprie convinzioni e credenze. Certamente sarei un fesso se dicessi che è facile, oppure che io ci sono riuscito al 100%. Posso però in tutta onestà dirti che ci lavoro da un po, e in certi ambiti, sinceramente le sento meno importanti. Quindi, si, ho cambiato alcune credenze limitanti .

Sia nella mia vita quotidiana che nel mio modello di pensiero. E anche se, il giudizio degli altri non è importante, in tal senso “lo uso” e ne ottengo riscontro oggettivo.

Intendo semplicemente dire che le persone intorno a me si accorgono di qualcosa in me di diverso. Semplicemente.

Non sono molto sicuro che le cosiddette credenze siano molte, penso che si tratta di poche, quando non addirittura una sola. Che si riflette in modi diversi in ambiti diversi: lavoro, tranquillità personale, relazioni ecc.

Cosa sono allora questi pensieri limitanti che definiamo credenze?

Le cosiddette credenze limitanti, sono dei concetti o informazioni acquisite che noi crediamo vere. Siamo talmente convinti della loro veridicità da non metterle mai in discussione. Spesso usiamo dei pensieri oppure manipoliamo delle percezioni, in modo inconsapevole per poterle confermare.

Autoavveramento

Appnto, quello che noi mettiamo in atto per non contraddire una credenza o convinzione. Questo avviene in modo del tutto incosciente, vediamo avverarsi e manifestarsi dei comportamenti negli altri, dei fatti che anche se irrilevanti divengono centro dell’attenzione, al fine di consolidare e dare spessore a quello che noi crediamo. Si dice appunto: autoavveramento o auto avveramento come preferisci, proprio perché come sempre, siamo noi a decidere, anche se non consciamente, che il mondo intorno a noi le conferma.

Sembra pazzesco, sono d’accordo con te, ma anche non volendoci credere: che in certi casi è più comodo, mi son dovuto arrendere difronte all’evidenza dei fatti.

Io stesso, ho visto il mondo intorno a me “provare” la mie paure e i miei pensieri distruttivi su questioni o azioni da svolgere. Al fine di “non fare” per non perdere la coerenza che il nostro cervello cerca di costruirsi in modo a volte molto discutibile: in termini di vantaggi personali, ovviamente.

Credenze e convinzioni in cosa differiscono.

Sembrano la stessa cosa, ma secondo la mia follia, le credenze sono qualcosa che ci ritroviamo addosso, forse anche generazionale. Le convinzioni invece, le assimiliamo nella nostra vita cosciente, anche quando, da piccoli, pensiamo di non essere in stato di coscienza. Face Screaming in Fear on Samsung Experience 9.5

Le credenze che vengono definite anche “limitanti“: si perché, chissà come mai, quelle “potenzianti” sono sempre minori, quelle che limitano invece si guadagnano il ruolo di “star” indiscusse. Il perché è semplice: nessuno si preoccupa di rimuovere una credenza potenziante. Anche se, bisogna fare attenzione alla trappola del “super io”.

Capita che alcune convinzioni positive, troppo estreme, possano risultare un limite nell’interagire con altri: per chiedere aiuto per esempio, riceverlo e accettarlo.

Il primo passo

Senza dubbio quello di riuscire in qualche modo di identificare le maledette:”credenze limitanti”, per poi, eliminarle definitivamente. Nonostante gli autosabotaggi e le paure del cambiare.

Già, che sciocco, dimenticavo. Non si può cancellarle, ma cambiarle si. Per scoprire quali sono le tue credenze limitanti, ti propongo un classico derivato dalla  P.NL. Ovviamente un po rielaborato dal medesimo, che con la sua sperimentazione folle ti propone questa chiave di lettura.

Questa esperienza ti suggerisco di farla quando stai di cacca, cioè nel momento in cui ti senti incapace, frustrato e senza speranza. Questi sono i momenti peggiori in cui il meglio di noi aspetta solo di fare capolino, con qualche giusto stimolo.

Respira calmo, osserva l’aria che entra ed esce, senza interferire in nessun modo. Osseva la sensazione e lo stato d’animo che senti. Chiediti, cosa dovrei pensare ora per non sentirmi così?

Appena hai un’idea cosa dovresti pensare/sentire, bene, proseguiamo. Alla luce di questo pensiero, chiediti: cosa mi manca, cosa penso mi ostacoli dal pensare questo?

Eccola li, una delle tue credenze limitanti. Spero che questa tecnica che ho chiamato: Tecnica del “Cosa dovrei..ti possa aiutare. Nel prossimo articolo ti dico come mandare in pensione – lei forse ci va- la credenza odiosa e limitante.

Un abbraccio sincero.

Se vuoi commentarmi ti stimo ancora di più…scherzo ovviamente.

Desclaimer:Il visitatore, cliente, utente, fruitore, dichiara di essere responsabile, essendo maggiorenne e in grado di intendere e di volere, integralmente e totalmente per se stesso degli effetti derivante dalla lettura o ascolto nonchè visione dei materiali e contenuti all’interno di comemigliorarsi.it, lo stesso vale per consigli dati dall’esperienza personale suggeriti in commenti e messaggi mail, non siamo medici, psicologi, psichiatri ne specialisti in tema finanziario, non ci dichiariamo tali. Se si pensa di aver bisogno di assistenza professionale in ogni senso, rivolgersi al proprio medico, commercialista o esperto. 

Per gestire i Cookie o per conoscere la nostra politica privaci visita i seguenti link

Privacy policy | Cookie Policy 

Entra con

© 2020 tutti i diritti riservati Comemigliorarsi.it